Keranet

Pulitore a base acida per piastrelle ceramiche. Particolarmente indicato per eliminare le efflorescenze di calcare, per la pulizia finale del cotto toscano. In polvere (concentrato) o liquido (soluzione al 15%).


CAMPI DI APPLICAZIONE


Keranet si usa per la pulizia di superfici interne od
esterne (anche facciate) da macchie di cemento,
calce, efflorescenze, sporco anche oleoso, ecc.


Alcuni esempi di applicazione

• Pulizia delle macchie di cemento o calce dalla
superficie di piastrelle ceramiche e mosaici sia a
pavimento che a parete.
• Pulizia dei residui di prodotti a base di cemento usati
come adesivo o per la stuccatura dei rivestimenti
ceramici.
• Pulizia delle efflorescenze di calcare, salnitro, ecc.
su ceramica o fughe tra piastrelle, calcestruzzo,
intonaci, ecc.
• Pulizia dello sporco accumulato in cantiere su
materiale da costruzione come ceramiche, lavandini
e vasche, alluminio anodizzato, acciaio inossidabile,
cromature, ecc.
• Pulizia di leggere macchie di ruggine.


CARATTERISTICHE TECNICHE


Keranet è un pulitore acido disponibile in due forme:

• Polvere Concentrato per i casi difficili;
• Liquido in soluzione acquosa al 15% per una migliore
manipolazione nei casi normali.


Keranet è basato su uno speciale acido organico, il cui
vantaggio è quello di avere una aggressività verso le
macchie e le efflorescenze pari a quella di acidi molto
più forti (muriatico, cloridico, solforico, ecc.), senza
sviluppare, come quest'ultimi, fumi tossici molto
pericolosi.


Keranet, correttamente usato, non danneggia le fughe
dei rivestimenti ceramici, anche se eseguite con prodotti
colorati, ma anzi toglie le efflorescenze che si possono
talvolta formare sulla loro superficie.


AVVISI IMPORTANTI


• Non usare mai Keranet su marmo, ed in generale
sulle pietre calcaree, loro ricomposti o derivati e sulle
marmette cementizie.
• Non usare Keranet su piastrelle ceramiche o vasche
smaltate con smalto non resistente agli acidi.
• Utilizzare Keranet con guanti di gomma ed occhiali,
facendo attenzione agli schizzi sulla pelle o sugli abiti.
• Accertarsi prima dell’uso che le superfici da pulire
siano resistenti agli acidi. Si consiglia, nei casi dubbi,
di effettuare prove preliminari.
• Non lasciare agire Keranet sulle fughe troppo a lungo
e risciacquare abbondantemente per rimuovere
qualsiasi residuo di prodotto che potrebbe provocare
variazioni di colore.
• Il contatto di Keranet con superfici metalliche può
causarne la corrosione.


MODALITÀ DI APPLICAZIONE


Prima di eseguire la pulizia con Keranet, proteggere
tutto quello che può essere danneggiato da schizzi di
acidi.


Le superfici da pulire, soprattutto se molto assorbenti
(cotto toscano, ceramiche porose, calcestruzzo,
intonaci, ecc.) devono essere ben inumidite con acqua
prima del trattamento con Keranet.


Nel caso si usi Keranet Liquido stenderlo con uno
spazzolone o una spazzola, procedendo a strisce.
Lasciare agire circa 5 minuti, grattare con una spatola o
una spugna abrasiva (Scotch-Brite® a grana media) le
croste eventualmente rimaste, fino a scomparsa delle
macchie visibili. Per croste o macchie molto persistenti
ripetere l'operazione. Raccogliere il liquido dal
pavimento con una spugna o un rastrello di gomma per
vetri o una aspiratrice industriale, poi sciacquare

0 0
Feed